I bambini nati con un peso alla nascita estremamente basso (ELBW) sono sicuramente dei miracoli della scienza medica moderna. Ma, stando ai resoconti ottenuti da studi specifici, avrebbero maggiori probabilità di essere vittime di bullismo da bambini, situazione che può aumentare significativamente il rischio di problemi di salute mentale una volta adulti.

Non solo, più frequentemente saranno stati vittime di bullismo da bambini, più per loro sarà probabile che possano sviluppare, da adulti, problemi come depressione, ansia, comportamento antisociale o un disturbo da deficit di attenzione/iperattività (ADHD), stando a quanto affermato un nuovo studio condotto dalla McMaster University’s Michael G. DeGroote School of Medicine.

Essere vittima di bullismo ha un impatto significativo e duraturo per questi bambini“, ha dichiarato Kimberly Day, autrice principale dello studio. “Ciò ha importanti implicazioni per genitori, insegnanti e medici che devono essere consapevoli degli effetti a lungo termine sulla salute mentale della vittimizzazione tra pari. Devono stare attenti al bullismo e intervenire con prontezza, quando possibile“.

Lo studio, che è stato pubblicato sulla rivista Pediatrics, ha incluso i bambini ELBW nati tra il 1977 e il 1982 in Ontario che pesavano 1 kg (o anche meno) alla loro nascita. Sono quindi stati intervistati all’età di 8, 22-26 e 29-36 anni. Si è poi eseguito un confronto con bambini normopeso alla nascita che erano nati negli stessi anni.

Il bullismo è comune, con fino a un terzo dei bambini in tutto il mondo che affrontano la vittimizzazione tra pari. I bambini ELBW, in questo panorama, risultano essere maggiormente a rischio di divenirne vittime a causa delle minori capacità motorie, generando prodromi per futuri disturbi d’ansia, secondo lo studio.

Dati alla mano è emerso inoltre che  bambini ELBW bullizzati hanno quasi il doppio delle probabilità di sviluppare un problema di salute mentale come ansia, depressione o ADHD a partire dai venti anni. Un rischio ancora più elevato per quei soggetti che sono stati vittime di bullismo più di frequente.

A trent’anni, gli adulti ELBW che erano stati vittime di bullismo da bambini, hanno quasi 3 volte più probabilità di sviluppare disturbi d’ansia come il disturbo ossessivo-compulsivo, fobia sociale e disturbo di panico. I tassi sono stati persino più alti per chi è stato bullizzato con maggiore frequenza.

Questo è il primo studio che illustra pienamente gli effetti profondi e duraturi del bullismo sulla salute mentale dei bambini ELBW“, ha affermato il Dott. Ryan Van Lieshout, autore senior dello studio e assistente professore di Psichiatria e Neuroscienze comportamentali presso la McMaster. “Per questi soggetti bullizzati il rischio di sviluppare in età adulta dei disturbi d’ansia è particolarmente elevato“.

 

 

Lo studio

 


Crediti immagine: rawpixel