Una nuova ricerca riporta che uomini e donne hanno percezioni imprecise quando si tratta di valutare ciò che il sesso opposto trova attraente in un partner. Lo studio, pubblicato sul British Journal of Psychology, ha scoperto che queste idee sbagliate risultano ingigantite nel contesto di relazioni a breve termine rispetto alle relazioni a lungo termine.

 

Percezioni errate dei canoni di bellezza e relative conseguenze

Gli standard di bellezza occidentali impongono che la magrezza sia l’ideale per i corpi femminili e che la muscolosità sia l’ideale per i corpi maschili. La letteratura psicologica suggerisce che uomini e donne che credono che i loro corpi non rispettino questi standard sono a rischio di sviluppare comportamenti non salutari.

Sembra anche che la soddisfazione per il proprio corpo dipenda in particolare dal modo in cui uomini e donne percepiscono le preferenze dei loro potenziali partner. Come riportano i ricercatori Xue Lei e David Perrett, “uno studio ha dimostrato che la percezione errata delle donne sulla presunta preferenza degli uomini per la magrezza è direttamente associata a disturbi alimentari (Bergstrom, Neighbours e Lewis, 2004). In particolare, maggiore è la discrepanza tra la stima delle donne circa la preferenza degli uomini per la magrezza e la reale preferenza degli uomini, maggiori sono gli atteggiamenti alimentari malsani delle donne“.

 

Dettaglio della ricerca condotta sulle percezioni che gli individui hanno sulle preferenze estetiche dell’altro sesso

Gli autori dello studio volevano esplorare come le percezioni errate sulle preferenze del sesso opposto potrebbero fluttuare a seconda del contesto relazionale. Dato che l’attrattiva fisica si è dimostrata più importante nelle relazioni a breve termine rispetto a quelle a lungo termine, gli autori ritengono che le percezioni errate debbano essere amplificate nel contesto delle relazioni a breve termine.

Un totale di 169 giovani adulti eterosessuali di età compresa tra 17 e 26 anni hanno preso parte a uno studio in cui è stato chiesto loro di manipolare immagini di corpi femminili e maschili secondo determinate indicazioni. Le immagini sono state generate utilizzando un’app mobile, e manipolate attraverso un cursore per variare l’indice di massa corporea (BMI) e le percentuali di grasso.

  • Quando veniva presentata l’immagine di un corpo di sesso opposto, ai soggetti veniva chiesto di manipolare l’immagine per rappresentare l’attrattiva ideale nel corpo di un partner, e di farlo sia nel contesto di una relazione a breve termine che, successivamente, in una relazione a lungo termine.
  • Quando veniva presentata l’immagine di un corpo dello stesso sesso, ai soggetti veniva chiesto di adattare l’immagine per adattarsi al proprio tipo di corpo e, successivamente, al tipo di corpo ideale secondo i propri criteri.

I soggetti hanno anche manipolato il corpo dello stesso sesso per adattarsi alla loro impressione di ciò che il sesso opposto percepisce come il tipo di corpo ideale per un partner, sia a breve che a lungo termine.

 

Risultati dello studio sulla percezione corporea

I risultati hanno rivelato percezioni significativamente errate quando si trattava di individuare le preferenze corporee nei soggetti di sesso opposto.

Alla domanda sulle preferenze delle donne per i corpi maschili, gli uomini hanno enfatizzato eccessivamente il BMI, l’indice di massa corporea, e la muscolosità in generale.

Quando le donne sono state interrogate sulle preferenze maschili da loro percepite in merito al corpo femminile, hanno enfatizzato la magrezza.

In altre parole, le donne hanno attribuito alla magrezza un’importanza maggiore rispetto alla realtà, e gli uomini hanno fatto altrettanto con la muscolosità. E questi risultati sono stati coerenti sia nel contesto di relazioni a breve termine che a quelle di lungo termine.

Come previsto dai ricercatori, sembrava che le percezioni errate fossero particolarmente pronunciate quando si trattava di relazioni a breve termine. Entrambi i sessi pensavano che il sesso opposto preferisse una percentuale di grasso inferiore in un partner a breve termine rispetto a un partner a lungo termine.
Le donne pensavano inoltre che gli uomini preferissero un BMI inferiore per un partner a breve termine rispetto a un partner a lungo termine.

In realtà, né gli uomini né le donne hanno mostrato differenze significative nelle loro preferenze sul tipo di corpo di sesso opposto quando si sono confrontate le relazioni a breve termine rispetto a quelle a lungo termine.

 

Considerazioni conclusive sullo studio delle percezioni corporee e le aspettative attribuite all’altro sesso

È importante sottolineare che l’analisi di regressione ha rivelato che le percezioni errate delle preferenze del sesso opposto hanno predetto l’insoddisfazione del proprio corpo sia negli uomini che nelle donne.

I ricercatori suggeriscono di conseguenza che “correggere le percezioni errate delle preferenze del sesso opposto potrebbe aiutare a prevenire e curare i disturbi alimentari o l’insoddisfazione del corpo tra i giovani uomini e donne“.

Gli autori concludono: “La ricerca futura sull’immagine corporea dovrebbe valutare l’influenza che le percezioni errate delle preferenze del sesso opposto hanno sull’insoddisfazione corporea e su altri problemi psicologici correlati all’immagine corporea“.

 


Lo studio

Riferimento


Crediti immagine: prostooleh