Alcuni tipi acquisti sono migliori di altri nel suscitare la felicità delle persone, secondo una nuova ricerca della McCombs School of Business dell’Università del Texas ad Austin.

L’autore principale Amit Kumar, assistente professore di marketing, e il suo team di ricerca hanno scoperto che i consumatori sono più felici quando spendono per acquisti esperienziali rispetto a quelli materiali. L’articolo è stato pubblicato nel Journal of Experimental Social Psychology.

Un problema che non è stato molto esaminato è quello che succede nel qui e ora – siamo più felici di spendere i nostri soldi per un’esperienza o per un oggetto materiale?” si chiede Kumar.

Kumar e i suoi coautori, Matthew Killingsworth dell’Università della Pennsylvania, e Thomas Gilovich della Cornell University, hanno reclutato 2.635 adulti assegnati in modo casuale a uno di due gruppi di acquisto, uno di beni materiali ed uno di beni esperienziali.

Ai partecipanti sono stati inviati messaggi casuali durante il giorno per monitorare le loro emozioni e il loro comportamento di acquisto. Gli acquirenti di beni materiali acquistavano oggetti come gioielli, abbigliamento o mobili, mentre gli acquirenti di beni esperienziali partecipavano a eventi sportivi, cenavano nei ristoranti o si dedicavano ad altre esperienze.

I risultati: la felicità è stata maggiore per i partecipanti che hanno fatto acquisti esperienziali rispetto a quelli materiali in ogni categoria, indipendentemente dal costo dell’articolo.

Sarebbe stato ingiusto confrontare una maglietta con un viaggio, ma quando teniamo conto della fascia di prezzo, vediamo comunque confermato il risultato per cui le esperienze sono associate a maggiore felicità“, ha detto Kumar.

Per affrontare possibili differenze nei tipi di consumatori, i ricercatori hanno condotto un secondo studio in cui hanno chiesto a più di 5.000 partecipanti di valutare prima la loro felicità e quindi riferire se avevano usato, goduto o consumato un acquisto materiale o esperienziale nell’ultima ora. Tra coloro che hanno risposto “sì”, sono state poste una serie di domande e dettagli sul loro acquisto.

Abbiamo di nuovo osservato lo stesso effetto“, ha detto Kumar. “Quando la stessa persona stava acquistando un’esperienza, e non un bene materiale, questa era associata a maggiore felicità provata“.

I ricercatori hanno concluso che le persone sono più felici con gli acquisti esperienziali rispetto a quelli materiali indipendentemente dal quando si misura la felicità: se prima, durante o dopo l’acquisto.
Le esperienze provocano più soddisfazione anche se le persone in genere trascorrono più tempo a utilizzare i loro beni materiali. I ricercatori hanno affermato che una possibile spiegazione è la resistenza delle esperienze nei ricordi delle persone, mentre il valore percepito dei beni materiali tende ad indebolirsi nel tempo.

Se vuoi essere più felice, potrebbe essere saggio spostare parte del tuo consumo dai beni materiali verso le esperienze“, ha detto Kumar. “Ciò porterebbe probabilmente a un maggiore benessere“.

 

 

Lo studio

 

 


Crediti immagine: rawpixel