Generic selectors
Esatta corrispondenza
Cerca nei titoli
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine

Articoli recenti di psicologia scientifica

Articoli scientifici

Articoli scientifici, Curiosità

La mediazione dei conflitti in terapia di coppia migliora le relazioni

Contrariamente a ciò che i film vorrebbero farvi credere, le relazioni romantiche comportano invariabilmente conflitti. Può sembrare che discutere con il tuo partner segnali la fine di una relazione, ma i nuovi risultati della ricerca suggeriscono che il conflitto potrebbe in realtà aiutare le coppie a legare meglio. Gli scienziati dell’Università di Ginevra hanno studiato gli effetti della mediazione di terzi sulla risoluzione dei conflitti nelle coppie. Lo studio ha reclutato 36 coppie eterosessuali e…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Rabbia in adolescenza porta alla solitudine, a causa della scarsa regolazione emotiva

Uno studio pubblicato su Personality and Individual Differences (ScienceDirect, vol. 159) ha scoperto che una scarsa regolamentazione emotiva potrebbe spiegare perché gli adolescenti che sono inclini alla rabbia hanno maggiori probabilità di sperimentare la solitudine. La solitudine è un problema di salute mentale diffuso che emerge spesso nell’adolescenza, periodo del ciclo vitale in cui le relazioni sociali e l’accettazione da parte dei pari diventano sempre più importanti. Un altro tratto che appare spesso nell’adolescenza è…

Articoli scientifici, Curiosità

Gli atei sopprimono parte delle emozioni?

L’ateismo sarebbe associato alla restrizione abituale delle proprie manifestazioni emotive, secondo una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Psychology of Religion and Spirituality. Le scoperte hanno implicazioni sui pregiudizi anti-atei ed inoltre spiegherebbero il motivo per cui alcuni sono attratti da una visione del mondo ateistica. “Essere credenti o non credenti sono spesso considerate il fondamento delle visioni del mondo delle persone, e la rabbia, la pietà e le emozioni connesse sono spesso dirette verso coloro…

Articoli scientifici, Curiosità

Bugiardi patologici: circa il 13% delle persone racconta 10 bugie al giorno

Un nuovo studio ha scoperto che il 13% delle persone si considera bugiardo patologico, o comunque ritiene che altri li considerino tali. Quel 13% ha riferito di aver raccontato circa 10 bugie al giorno. Lo studio, pubblicato sulla rivista Psychiatric Research and Clinical Practice, ha coinvolto 623 persone. I ricercatori li hanno reclutati da vari forum sulla salute mentale, social media e da un’università. I partecipanti hanno rappresentato eterogeneamente diverse età, etnie, livelli di istruzione…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

FOMO: effetti maggiori su chi è dipendente da Instagram

Un nuovo studio pubblicato su Psychological Reports suggerisce che la personalità influenza il modo in cui le persone usano i social media. Le scoperte emerse hanno mostrato che tanto le personalità estroverse quanto quelle che hanno paura di essere tagliate fuori (FOMO, acronimo di “fear of missing out”) mostrano comportamenti di dipendenza specifici sulla piattaforma Instagram. “Nel nostro studio, le persone con FOMO più elevato hanno riportato un atteggiamento più favorevole nei confronti di Instagram:…

Articoli scientifici, Genitori&Figli, Salute mentale e benessere

Lo stress in infanzia è correlato alla depressione in adolescenza

Esaminando l’impatto di otto tipi di stress nella prima infanzia sull’insorgenza della depressione giovanile, i ricercatori hanno scoperto una correlazione tra alcuni fattori stressogeni e lo sviluppo di tale disturbo psicologico. L’abuso emotivo è stato associato più fortemente allo sviluppo del disturbo depressivo maggiore rispetto ad altri fattori di stress precoci, come la povertà. Uno studio pubblicato sul Journal of American Academy of Child and Adolescent Psychiatry (JAACAP), riporta che gli individui esposti al stress…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Come i traumi vissuti lasciano una traccia nei nostri occhi

La risposta pupillare nei soggetti con PTSD differisce dalle persone che non hanno avuto eventi traumatici. I pazienti con PTSD non solo hanno mostrato una risposta esagerata a stimoli minacciosi, ma anche agli stimoli che hanno rappresentato immagini positive. Una nuova ricerca condotta da accademici gallesi mostra che le reazioni pupillari di un paziente possono rivelare se in passato ha subito un’esperienza traumatica. Il disturbo da stress post-traumatico può verificarsi quando una persona ha vissuto…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Chi mangia carne tende ad avere una migliore salute psicologica

Le persone che evitano il consumo di carne tendono ad avere una salute psicologica peggiore di quelle che mangiano carne, secondo una nuova ricerca pubblicata su Critical Review in Food Science and Nutrition. Lo studio, che non ha tratto alcuna conclusione sulla causalità, ha scoperto che i vegetariani e i vegani erano a maggior rischio di depressione, ansia e autolesionismo. “Le scelte dietetiche sono state un potente indicatore della classe sociale e della successiva selezione…

Articoli scientifici, Curiosità

Studio collega l’attrazione per i leader “tirannici” alle proprie dinamiche familiari disfunzionali

I conflitti familiari in adolescenza potrebbero svolgere un ruolo determinante nei tipi di leader che le persone seguono da adulti. Vi siete mai chiesti come mai alcuni leader nel mondo degli affari e soprattutto della politica pur risultando essere egoisti, manipolatori e prepotenti riescano ad accumulare un importante seguito? Un recente studio pubblicato nel Journal of Leadership & Organizational Studies, condotto dall’assistente professore di Management dell’Università Statale di San Francisco Dayna Herbert Walker, ha trovato…

Articoli scientifici, Salute mentale e benessere

Dipendenza da smartphone collegata ad una alterata attività cerebrale

Uno studio pubblicato di recente fornisce nuove informazioni sui meccanismi cerebrali alla base dell’utilizzo avvincente dello smartphone. La ricerca, che appare sulla rivista Addictive Behaviors, ha trovato prove di un’alterata attività neurale in risposta ai segnali degli smartphone tra gli soggetti che li usano in maniera compulsiva. L’autore corrispondente dello studio, Robert Christian Wolf, si è interessato all’esame dell’uso compulsivo dello smartphone dopo aver assistito a persone che “trascorrevano più tempo con lo smartphone che…