Generic selectors
Esatta corrispondenza
Cerca nei titoli
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine

Articoli recenti di psicologia scientifica

Articoli scientifici

Articoli scientifici, Salute mentale e benessere

Sesso occasionale: studio ne rivela i predittori di emozioni negative

Una nuova ricerca indica che diversi fattori, tra cui l’instabilità delle relazioni durante l’infanzia, influenzano il modo in cui le persone rispondono emotivamente alle esperienze sessuali occasionali/casuali. I risultati sono stati pubblicati su Evolutionary Psychological Science. “C’è stato un grande interesse nello studio del comportamento sessuale dei giovani adulti (in particolare gli studenti universitari) e in che modo quel comportamento sessuale possa, o meno, cambiare. Molte ricerche su questo argomento si sono concentrate sullo studio…

Articoli scientifici, Salute mentale e benessere

Adolescenza: alcuni tratti di personalità riducono il rischio di demenza futura

Per la prima volta nella storia della ricerca scientifica, uno studio ha dimostrato che i tratti della personalità in adolescenza possono prevedere il rischio di demenza oltre 50 anni dopo. Lo studio, condotto da ricercatori dell’Università di Rochester, è stato pubblicato su JAMA Psychiatry. Studi precedenti hanno già mostrato un legame tra la precoce capacità di pensiero e la successiva demenza. Altri studi hanno anche messo in luce alcuni cambiamenti di personalità nel periodo in…

Articoli scientifici, Salute mentale e benessere

La frequenza di selfie postati può rivelare un narcisismo grandioso

Una nuova ricerca pubblicata su Computers in Human Behaviour fornisce nuove informazioni sul comportamento di pubblicazione massiva dei propri selfie su siti web e social network. I risultati indicano che pubblicare selfie è associato ad alcune forme specifiche di narcisismo. Christina Shane-Simpson, assistente professore presso la University of Wisconsin-Stout, introduce il proprio studio. “Come ricercatrice dello sviluppo, sono interessata ai meccanismi e ai processi sottostanti nei comportamenti online. Mi sono chiesta: “possiamo prevedere come gli…

Articoli scientifici, Salute mentale e benessere

Svelato il legame molecolare tra dolore cronico e depressione

I ricercatori dell’Università di Hokkaido hanno identificato il meccanismo cerebrale che collega, nei ratti, il dolore cronico e la depressione. La loro ricerca, che è stata recentemente pubblicata su The Journal of Neuroscience, potrebbe portare allo sviluppo di nuovi trattamenti per il dolore cronico e la depressione. “I clinici sanno da molto tempo che il dolore cronico spesso porta alla depressione, tuttavia il relativo meccanismo cerebrale non era chiaro“, ha detto il professor Masabumi Minami…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Trovato il legame mancante tra cervello e sistema immunitario

In una straordinaria scoperta, che ha stravolto decenni di insegnamento dei libri di testo, i ricercatori della University of Virginia School of Medicine hanno determinato che il cervello è direttamente collegato al sistema immunitario da vasi che in precedenza si pensava non esistessero. Che tali strutture possano essere sfuggite al rilevamento, quando il sistema linfatico è stato così accuratamente mappato in tutto il corpo, è già sorprendente di per sé, ma il vero significato della…

Articoli scientifici, Genitori&Figli, Salute mentale e benessere

Violenze e avversità subite in infanzia possono alterare il cervello

Le avversità infantili sono un problema significativo, in particolare per i bambini che crescono in condizioni di povertà. Coloro che soffrono di povertà hanno un rischio molto più elevato di essere esposti alla violenza e soffrono di una mancanza di supporto sociale, che può avere conseguenze a lungo termine tra cui tassi più alti di diabete, cancro e altre malattie. Le persone esposte ad avversità infantili possono anche avere maggiori probabilità di subire cambiamenti cerebrali…

Articoli scientifici, Salute mentale e benessere

Autismo, una diagnosi tardiva nelle bambine può produrre disturbi concomitanti

Un nuovo studio che analizza i primi 1.000 partecipanti al Rhode Island Consortium for Autism Research and Treatment (RI-CART) identifica le tendenze chiave nella presentazione e nella diagnosi dei disturbi dello spettro autistico. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Autism Research. La prima scoperta di questo studio è stata che mediamente le ragazze con autismo ricevono una diagnosi circa 1,5 anni dopo rispetto ai ragazzi. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che genitori…

Articoli scientifici, Salute mentale e benessere

Aborto spontaneo e gravidanza extrauterina produrrebbero stress post-traumatico

Una donna su sei soffre di stress post-traumatico a lungo termine a seguito di aborto spontaneo o gravidanza extrauterina. Questo è il risultato del più grande studio mai condotto sull’impatto psicologico della perdita della gravidanza, risultato ottenuto dagli scienziati dell’Imperial College di Londra e della KU di Lovanio in Belgio. La ricerca, pubblicata sulla rivista American Journal of Obstetrics and Gynecology, ha studiato oltre 650 donne che avevano avuto una perdita precoce di gravidanza, di cui…

Articoli scientifici, Salute mentale e benessere

Praticare poco sesso porterebbe a menopausa precoce

Le donne che svolgono attività sessuale settimanalmente o mensilmente hanno un rischio inferiore di entrare presto in menopausa rispetto a quelle che dichiarano di avere una qualche forma di sesso meno di una volta un mese, secondo un nuovo studio dell’University College London (UCL). I ricercatori hanno osservato che le donne che hanno riferito di essere impegnate in attività sessuali settimanalmente, avevano il 28% in meno di probabilità di sviluppare la menopausa a una data…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Internet riduce le capacità di studio negli studenti universitari

Gli studenti che trascorrono gran parte del loro tempo a navigare in rete hanno una motivazione inferiore a studiare e raggiungono prestazioni accademiche ridotte. Una ricerca condotta presso l’Università di Swansea e l’Università di Milano ha dimostrato che gli studenti che usano eccessivamente la tecnologia digitale sono meno motivati ​​a impegnarsi nei loro studi e sono più ansiosi riguardo ai test. Questo effetto è stato aggravato dai crescenti sentimenti di solitudine prodotti dall’uso della tecnologia…