Generic selectors
Esatta corrispondenza
Cerca nei titoli
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine

Articoli recenti di psicologia scientifica

Genitori&Figli

Articoli scientifici, Genitori&Figli, Salute mentale e benessere

Lo stress in infanzia è correlato alla depressione in adolescenza

Esaminando l’impatto di otto tipi di stress nella prima infanzia sull’insorgenza della depressione giovanile, i ricercatori hanno scoperto una correlazione tra alcuni fattori stressogeni e lo sviluppo di tale disturbo psicologico. L’abuso emotivo è stato associato più fortemente allo sviluppo del disturbo depressivo maggiore rispetto ad altri fattori di stress precoci, come la povertà. Uno studio pubblicato sul Journal of American Academy of Child and Adolescent Psychiatry (JAACAP), riporta che gli individui esposti al stress…

Articoli scientifici, Curiosità, Genitori&Figli

Famiglie adottive con relazioni positive favoriscono il rendimento scolastico

Una nuova ricerca ha studiato il rendimento scolastico dei bambini nelle famiglie adottive. Lo studio ha scoperto che sia le relazioni positive tra padre adottivo e figlio che le relazioni positive tra padre non residente in casa e figlio risultano entrambe associate a una maggiore probabilità di frequentazione dell’università nei giovani figli. Crescere in una famiglia adottiva sembra avere generalmente delle ripercussioni negative sul successo del bambino, in particolare quando si tratta di risultati scolastici….

Articoli scientifici, Genitori&Figli

L’ansia da matematica nei bambini sarebbe correlata all’attaccamento insicuro

Uno studio, pubblicato sulla rivista scientifica Frontiers in Psychology, suggerisce un legame tra le relazioni di attaccamento genitore-figlio e lo sviluppo dell’ansia da matematica (matofobia) nei bambini. Lo studio ha scoperto che i bambini con attaccamento insicuro hanno un aumento dell’ansia da matematica.   Matofobia: cos’è l’ansia da matematica Secondo gli psicologi la matofobia, nota come ansia da matematica, si riferisce all’esperienza di ansia o tensione riconducibile a compiti che richiedono una soluzione matematica. Questa…

Articoli scientifici, Genitori&Figli, Salute mentale e benessere

Rischio di disturbi comportamentali nei bambini esposti ai corticosteroidi

Il trattamento con corticosteroidi è una cura standard nei casi in cui esista un rischio di parto prematuro. Tuttavia, un nuovo studio, condotto da esperti dell’Università di Helsinki, dell’Università di Oulu e del THL Finnish Institute for Health and Welfare (l’Istituto finlandese per la salute e il benessere), mostra che i bambini esposti al trattamento con corticosteroidi prenatali hanno tassi più elevati di disturbi dello sviluppo emotivo, comportamentale e psicologico rispetto ai bambini non esposti….

Articoli scientifici, Genitori&Figli, Salute mentale e benessere

La dipendenza dai videogiochi è reale?

Per la maggior parte degli adolescenti, giocare ai videogiochi è una forma di intrattenimento divertente e che spesso include una componente sociale. Se è innegabile che si tratti di un passatempo divertente, occorre considerare che c’è una crescente preoccupazione sul fatto che passare troppo tempo sui videogiochi possa essere legato a risultati di sviluppo negativi e che, in certi casi, possa far sviluppare una dipendenza. Un recente studio della durata di sei anni, lo studio…

Articoli scientifici, Genitori&Figli, Salute mentale e benessere

Psicofarmaci e gravidanza: rischio di deficit cognitivi e linguistici per i bambini

I bambini in utero, se esposti ad antidepressivi SSRI assunti dalla madre, hanno un rischio maggiore di sperimentare deficit linguistici e cognitivi già nella scuola materna. I bambini di madri depresse che assumono psicofarmaci antidepressivi serotoninergici durante la gravidanza hanno un aumentato rischio di deficit linguistici e cognitivi, rispetto ai bambini di madri depresse che non ne assumono, secondo i risultati di un nuovo studio dell’Università di Manitoba pubblicato in Pediatrics, la rivista ufficiale dell’American…

Articoli scientifici, Genitori&Figli, Salute mentale e benessere

Psicosi: identificati nuovi fattori di rischio pre e post parto

In una ricerca condotta dal NIHR Maudsley BRC più di 30 significativi fattori di rischio sono stati identificati per lo sviluppo, nella prole, di disturbi psicotici. È la prima meta-analisi completa, in quasi 20 anni, dei fattori di rischio per la psicosi nei periodi prenatale e perinatale. Questi rischi ambientali prenatali e perinatali, che includono quindi i rischi durante la gravidanza e nei sette giorni successivi alla nascita, hanno un effetto significativo sulla probabilità che il bambino…

Articoli scientifici, Genitori&Figli, Salute mentale e benessere

Il contatto della pelle tra madre e figlio migliora lo sviluppo del cervello del bambino

Mentre il mondo intero dà la priorità al distanziamento sociale per fermare, o rallentare, la diffusione del Coronavirus (COVID-19), un nuovo studio condotto da ricercatori della Florida Atlantic University dimostra che il contatto, specificamente il contatto madre-bambino, sarebbe essenziale per una regolazione ottimale dello sviluppo neurologico nella prima infanzia. La “cura del canguro” (definita anche Kangaroo Care, Kangaroo Mother Care o marsupioterapia), un metodo di contatto pelle a pelle (in particolare petto a petto) per…

Articoli scientifici, Genitori&Figli, Salute mentale e benessere

Donne depresse in gravidanza più propense a usare la cannabis rispetto a quelle senza depressione

L’uso di cannabis è molto più comune tra le donne in gravidanza con depressione, con una misurata probabilità 3 volte maggiore di usare cannabis rispetto a quelle non depresse, secondo un nuovo studio condotto presso la Columbia University Mailman School of Public Health. Nonostante la presenza di dati che collegano cannabis e depressione in molti campioni di individui, questo è il primo studio a esaminare la relazione tra donne in gravidanza in un campione rappresentativo…

Articoli scientifici, Genitori&Figli, Salute mentale e benessere

Nuove strategie per aiutare i bambini a elaborare le emozioni negative

Un recente studio sugli indigeni nel sud del Cile mette in discussione alcune ipotesi occidentali sulle capacità emotive dei bambini e mette in luce il potenziale valore del trascorrere del tempo all’aperto come elemento centrale nell’aiutare i bambini a regolare le proprie emozioni. Per lo studio, i ricercatori hanno condotto un sondaggio su 271 genitori e insegnanti nel sud del Cile. Centosei partecipanti allo studio erano Mapuche, un popolo indigeno della regione, ed i restanti…