Generic selectors
Esatta corrispondenza
Cerca nei titoli
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine

Articoli recenti di psicologia scientifica

Disturbi dell’umore

Disturbi dell'umore, Patologie

Episodi depressivi, panoramica

Nella comune pratica clinica si considera il singolo episodio depressivo in una prospettiva trasversale, che viene pertanto classificato in:  Episodio depressivo maggiore;  Episodio depressivo minore; Episodio ipomaniacale; Episodio maniacale; Episodio misto.   Episodio depressivo maggiore Per episodio depressivo maggiore si definisce un periodo circoscritto di tempo durante il quale l’umore è persistentemente e gravemente depresso. Nella forma classica questo disturbo ha una durata tipica, che risulta superiore alle due settimane ma inferiore ai 12-18 mesi. Clinicamente,…

Disturbi dell'umore, Patologie

Depressione maggiore

In clinica si definisce disturbo unipolare depressivo maggiore un disturbo dell’umore caratterizzato dal susseguirsi di episodi depressivi maggiori intervallati da periodi di relativo benessere, con assenza di episodi maniacali. Il disturbo può presentarsi come singolo episodio oppure in forma ricorrente, la cui gravità dipende dalla frequenza degli episodi, dalla durata degli episodi e dalla intensità di ogni singolo episodio.  A livello epidemiologico si riscontra una prevalenza del 10-25% nella popolazione femminile e del 5-12% in…

Disturbi dell'umore, Patologie

Il disturbo ciclotimico (ciclotimia)

Si definisce disturbo ciclotimico un disturbo bipolare caratterizzato dal susseguirsi di episodi depressivi maggiori e episodi ipomaniacali, senza periodi liberi da sintomi. Entrambi gli episodi depressivi e ipomaniacali hanno un quadro clinico attenuato rispetto al disturbo bipolare di tipo 2, ma la caratteristica è data dall’assenza di intervalli liberi dalla malattia, che possono portare ad un impatto psicosociale e lavorativo molto più grave del disturbo bipolare. Il paziente è altamente instabile e non sono mai…

Articoli scientifici, Disturbi dell'umore, Salute mentale e benessere

Più della metà delle persone soffre di effetti di astinenza quando cerca di eliminare gli antidepressivi

Negli ultimi decenni il disagio umano è diventato sempre più patologizzato e medicalizzato, principalmente a causa dell’influenza delle compagnie farmaceutiche e dell’incapacità di psichiatri e medici di medicina generale di mantenere un giusto confine tra loro e l’industria. Di questa tematica, decisamente attuale, si è occupato John Read, professore di Psicologia Clinica dell’Università di East London, in uno studio condotto su 867 individui provenienti da 31 paesi diversi. La ricerca effettuata suggerisce che è comune…

Disturbi dell'umore, Patologie

Il disturbo bipolare

Quando si esegue una più accurata valutazione clinica dei soggetti con depressione, emerge spesso la presenza di tratti bipolari; statisticamente un paziente ogni cinque che presenta un disturbo depressivo sviluppa anche una franca ipomania o una mania. Il viraggio da un disturbo monopolare ad uno bipolare si verifica di norma entro 5 anni dall’esordio delle manifestazioni depressive. Tra un episodio e l’altro, i pazienti con disturbo bipolare presentano un umore a colorito depressivo e, a…