Generic selectors
Esatta corrispondenza
Cerca nei titoli
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine

Articoli recenti di psicologia scientifica

Salute mentale e benessere

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Quali disturbi del pensiero sta generando in molti il COVID-19?

Una nuova ricerca propone un nuovo strumento per individuare esattamente quando il pensare al coronavirus (covid-19) diventa disfunzionale e assume i connotati di uno dei più noti disturbi del pensiero, ovvero il disturbo ossessivo. Lo studio è stato pubblicato in Brain, Behaviour and Immunity. Con l’emergere del coronavirus si è assistito ad un’esplosione di informazioni polarizzate in tutti i media. La natura incerta e in evoluzione della pandemia porta alla produzione di costanti aggiornamenti e…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Dipendenza da Internet e qualità della vita: il ruolo del nevroticismo

Le persone con alti livelli di nevroticismo possono essere più evitanti nella vita quotidiana a causa di uno specifico meccanismo di coping, e questo può manifestarsi comunemente in presenza di una dipendenza da Internet e dai social media. La qualità della vita è un antico concetto che risale almeno ad Aristotele, sebbene il filosofo equiparasse il condurre una buona vita o lo svolgere bene i compiti al generico concetto di felicità, piuttosto che a quella…

Articoli scientifici, Genitori&Figli, Salute mentale e benessere

Psicofarmaci e gravidanza: rischio di deficit cognitivi e linguistici per i bambini

I bambini in utero, se esposti ad antidepressivi SSRI assunti dalla madre, hanno un rischio maggiore di sperimentare deficit linguistici e cognitivi già nella scuola materna. I bambini di madri depresse che assumono psicofarmaci antidepressivi serotoninergici durante la gravidanza hanno un aumentato rischio di deficit linguistici e cognitivi, rispetto ai bambini di madri depresse che non ne assumono, secondo i risultati di un nuovo studio dell’Università di Manitoba pubblicato in Pediatrics, la rivista ufficiale dell’American…

Articoli scientifici, Salute mentale e benessere

Seguire troppo i social, durante la pandemia di coronavirus, aumenta l’ansia

L’esposizione alle informazioni sul coronavirus (COVID-19) attraverso i social media è associata ad un aumento dei sintomi di ansia, secondo un recente studio. Il rapporto è stato pubblicato sulla testata scientifica PLOS One. La rapida diffusione del nuovo virus COVID-19 in tutta la Cina e la sua rapida trasmissione in molti altri paesi è stata senza precedenti e straordinaria. Numerosi studi hanno riportato che le implicazioni della pandemia sulla salute mentale sono reali e talvolta…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Chi è sposato riduce l’uso di alcol, tabacco e cannabis

Il matrimonio e l’attesa del matrimonio riducono l’uso di sostanze negli uomini, stando a quanto emerso da una nuova ricerca pubblicata in Psychological Medicine (Cambridge University Press). Numerosi studi precedenti hanno già documentato la relazione tra matrimonio e uso ridotto di sostanze, sia illecite che lecite, negli uomini. Tuttavia, poiché gli studi precedenti si basavano su progetti correlativi, la direzione di questa relazione tra ridotto uso di sostanze e matrimonio non era del tutto chiara….

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Come l’esercizio fisico supporta la tua forma mentale

Mente sana in corpo sano: in effetti l’attività sportiva migliora davvero le prestazioni cognitive. Tuttavia, ci sono numerosi tipi di sport e una vasta gamma di esercizi e allenamenti. Quale tipo di esercizio e quale intensità manterrà la tua mente in perfetta forma? Questa è la domanda che è stata esplorata dai ricercatori dell’Università di Basilea e dai loro colleghi dell’Università di Tsukuba in Giappone, attraverso un’analisi su larga scala della letteratura scientifica. I ricercatori…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

L’esercizio cardiovascolare riduce i livelli di disfunzione sessuale

La disfunzione sessuale è un problema piuttosto comune tra gli adulti e che influisce negativamente sulla qualità della vita sia degli uomini che delle donne. Almeno una delle forme di disfunzione sessuale colpisce fino al 40-50% delle donne e, tra gli uomini, la probabilità di disfunzione, che aumenta con l’età, sale dal 10% al 40% per gli under 60, per arrivare addirittura al 50% nei settantenni. Un recente studio pubblicato su The Journal of Sexual…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Lo stress ostacola la capacità di pianificare, interrompendo l’utilizzo della memoria

Una nuova ricerca dell’Università di Stanford ha scoperto che lo stress può ostacolare la nostra capacità di pianificare, impedendoci di essere in grado di prendere decisioni basate sulla memoria. “Attingiamo alla memoria non solo per proiettarci all’indietro nel passato, ma anche per proiettarci in avanti, per pianificare“, ha detto lo psicologo di Stanford Anthony Wagner, che è l’autore senior dell’articolo che descrive in dettaglio questo lavoro, pubblicato su Current Biology. “Lo stress può privarti della…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Come l’umorismo protegge dai sintomi di ansia e depressione

L’umorismo è associato a un maggiore ottimismo e a minore ansia e minore depressione, secondo uno studio pubblicato sull’International Journal of Clinical and Health Psychology. Ricerche precedenti già dimostrano che l’umorismo svolge un importante ruolo nel mediare l’ansia e la depressione, oltre a favorire una attitudine ottimistica. Questo nuovo studio voleva esplorare ulteriormente questa dinamica usando un modello matematico, con la speranza di capire meglio se l’umorismo protegga o meno da alcuni problemi di salute…

Articoli scientifici, Salute mentale e benessere

UK: picco di ansia e depressione a seguito del lockdown per il COVID-19

Nel Regno Unito c’è stato un picco nel numero di persone che hanno riportato livelli significativi di depressione e ansia immediatamente dopo il blocco totale annunciato dal primo ministro britannico, secondo quanto rilevato da uno studio. Martedì 24 marzo, il 38 percento dei partecipanti a tale studio ha riportato livelli significativi di depressione e il 36 percento ha riferito livelli significativi di ansia. Il giorno prima dell’annuncio, le percentuali erano del 16 percento per la…