Il Gruppo B è caratterizzato da comportamenti “emotivi” o “drammatici”, oltre che da scarsa empatia e poco altruismo da parte del soggetto, il quale è egocentrico, narcisista e incentrato perciò eccessivamente su di sé.

Di recente è stato rilasciato il DSM 5, la versione successiva al DSM-IV-TR, il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali usato internazionalmente per la comunicabilità tra medici, clinici e ricercatori. Rispetto alla precedente versione, nel DSM 5 sono state apportate alcune modifiche nella catalogazione dei disturbi di personalità, per i quali si riportano di seguito entrambe le versioni.

 

DSM-IV: Disturbi di personalità del Gruppo B (cluster B)

  • Disturbo antisociale di personalità: mancanza di empatia, di rimorso e di rispetto delle regole sociali (in precedenti classificazioni era definito profilo psicopatico).
  • Disturbo borderline di personalità (da non confondersi con l’organizzazione borderline): instabilità di pensiero e atteggiamento, cambiamenti d’umore improvvisi, scoppi d’ira ingiustificati, impulsività, pensiero incoerente.
  • Disturbo narcisistico di personalità: egocentrismo, scarsa empatia, autostima eccessiva nel tipo “overt” (simile ad un profilo antisociale) e bassa nel “covert” (simile ad un profilo evitante), relazioni sociali superficiali e senza coinvolgimento, intolleranza alle critiche, a volte paranoia.
  • Disturbo istrionico di personalità: volontà di essere sempre al centro dell’attenzione. Il soggetto ricorre spesso a comportamenti di tipo seduttivo con assenza di intenti sessuali.

 

DSM 5: Disturbi di personalità del Gruppo B (cluster B)

  • Disturbo di personalità Antisociale,
  • Disturbo di personalità Borderline,
  • Disturbo di personalità  Narcisistico.

Pertanto nel DSM-5, da un punto di vista categoriale, non troviamo più il disturbo istrionico di personalità. Viene però inserita una visione dimensionale dei disturbi, che tiene maggiormente conto della comorbilità.