Nel tempo sono stati esclusi a livello categoriale diversi disturbi. Nel DSM-IV-TR ci sono quattro disturbi di personalità che sono stati esclusi dal corpo principale (composto dai tre cluster: A, B, C) e inglobati in una categoria denominata NAS – Non Altrimenti Specificato.

Questi disturbi possono essere inclusi in altri disturbi della personalità, o esserne caratteristiche più o meno marginali. Essi sono:

  • Disturbo sadico di personalità;
  • Disturbo masochistico di personalità;
  • Disturbo depressivo di personalità (eliminato dal DSM-IV e V);
  • Disturbo di personalità passivo-aggressivo (incluso nel disturbo dipendente nel DSM-III e DSM-IV, espunto dal DSM-V).

 

Disturbo sadico di personalità (sadismo)

Il disturbo sadico di personalità denota la tendenza alla crudeltà verso gli altri, comportamento in cui il soggetto prova piacere (anche in ambiti di natura non sessuale).

Rientra nel novero delle parafilie (indicanti pulsioni erotiche connotate da fantasie o impulsi intensi e ricorrenti, che implicano attività o situazioni specifiche che riguardino oggetti o animali, che comportino sofferenza e/o umiliazione, o che siano rivolte verso soggetti impuberi e/o persone non consenzienti) e sarebbe consistente nel trarre piacere dall’infliggere dolore fisico o umiliazioni psicologiche ad altri soggetti. Nel DSM-5 è denominato come sadismo sessuale.

 

Disturbo masochistico di personalità (masochismo)

Nel disturbo masochistico di personalità il soggetto prova piacere nell’autolesionismo e nella sofferenza (anche in ambiti di natura non sessuale).

In quanto tipologia caratteriale è il desiderio d’essere sottomesso e rimanere in balia di qualcuno che possa fare di lui/lei ciò che vuole; desiderio ed atto dal quale il soggetto che vi si sottopone consegue eccitazione sessuale.

 

Disturbo depressivo di personalità

Il disturbo depressivo di personalità è stato rimosso dalla nosografia categoriale dalla versione IV del DSM. Descriveva il disturbo dell’umore che oggi è catalogato come disturbo depressivo unipolare.

Era infatti definito da episodi di umore depresso accompagnati principalmente da una bassa autostima e perdita di interesse o piacere nelle attività normalmente piacevoli (anedonia).

 

Disturbo di personalità passivo-aggressivo

Nel disturbo di personalità passivo-aggressivo il paziente tende a fare ostruzionismo senza opporsi apertamente a cose che non gradisce, appare incapace o passivo, ma mira di nascosto a evitare le responsabilità, a controllare e/o punire gli altri; questi soggetti accettano, spesso con lamentele, di eseguire compiti che non vogliono svolgere e poi li compromettono, spesso sabotandoli e, col tempo, diventano sempre più ostili e arrabbiati con il mondo esterno.

 

Considerazioni generali

Questi disturbi possono essere inclusi in altri disturbi della personalità, o esserne caratteristiche più o meno evidenti.

Sadismo e masochismo possono manifestarsi anche in altri tipi di personalità; possono presentarsi come sadomasochismo, o in concomitanza col narcisismo e la psicopatia (es. sindrome da manipolazione relazionale).

Le analogie alla base di queste divisioni categoriali sono puramente descrittive, ossia non teoriche né eziologiche.

 

 


Crediti immagine: vexter