La nevrosi isterica è una forma nevrotica in cui emergono solo sintomi organici e neurologici, con parziale o completa assenza di sintomi psichici. La personalità isterica è altamente suggestionabile ed egocentrica (mitomaniaca) con una iperespressione somatica degli affetti inconsci.

L’isterico non è mai simulatore dei propri sintomi, e i suoi sintomi sono mutati nel corso del tempo in base all’evoluzione delle medicina e della cultura. Charcot è stato il primo neurologo nella storia della medicina (siamo nel 1897) ad aver eseguito degli studi clinici accurati sui pazienti affetti da nevrosi isterica.

Questa psicopatologia colpisce prevalentemente le donne, e i sintomi sono classificati come:

  • Parossismi;
  • Manifestazioni persistenti;
  • Manifestazioni viscerali.

 

Parossismi

I parossismi si articolano in 5 fasi:

  1. fase prodromica: palpitazioni, dolori ovarici, disturbi della coscienza e svenimenti;
  2. fase epilettoide: dispnea, paralisi, atassia, convulsioni, istero-epilessia, crisi di riso, pianto e tremori;
  3. fase di clownismo: il paziente urla e si contorce a terra;
  4. fase di trance: il paziente è immerso in un sonno catalettico (con occhi chiusi o aperti) e compie azioni inconsapevoli e involontarie, come fare capriole all’indietro e tante altre azioni che in stato di coscienza non sarebbe in grado di compiere;
  5. fase terminale: ritorno allo stato di coscienza normale.

Tutte queste fasi possono essere accompagnate da un rallentamento delle funzioni vegetative, ipotensione, bradicardia, amnesie, immaginazione attiva, doppie personalità e sonnambulismo isterico.

 

Manifestazioni persistenti

Le manifestazioni persistenti includono:

  • paralisi funzionali (bloccando un movimento, inclusa l’afonia, ovvero la perdita della voce) e paralisi localizzate su un arto;
  • spasmi e contrazioni;
  • anestesie;
  • perdita di un senso (vista, udito, gusto, olfatto, tatto).

 

Manifestazioni viscerali

Le manifestazioni viscerali includono:

  • dolori;
  • spasmi digerenti;
  • riduzione dei bisogni primari (fame e sete).

 

Caratteristiche tipiche della nevrosi isterica

La personalità del nevrotico isterico è caratterizzata da:

  • suggestionabilità,
  • psicoplasticità (tipico delle donne isteriche che attraggono gli uomini e diventano protettive),
  • egocentrismo e tendenza a mettersi in mostra e al centro dell’attenzione con atteggiamenti tipicamente teatrali, con tratti istrionici.

Questi soggetti riportano anche:

  • depersonalizzazione (distacco dalla propria persona, si vedono dal di fuori come spettatori),
  • disturbi sessuali (impotenza, frigidità, dongiovannismo) che vengono spesso camuffati dal paziente che presenta una sessualità pura e infantile.

 


Crediti immagine: Freepik