Generic selectors
Esatta corrispondenza
Cerca nei titoli
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine

Articoli recenti di psicologia scientifica

ansia

Articoli scientifici

La pandemia ci ha fatto desiderare più spazio personale, anche nel virtuale

I confini degli spazi personali non sono scolpiti nella pietra. Variano anche di molto da persona a persona, da cultura a cultura e da contesto a contesto (per esempio, potremmo dare agli estranei un ampio spazio sul marciapiede, ma finire spalla a spalla con loro in metropolitana). Lo spazio personale è un elemento da considerare in qualsiasi ambito, dalla progettazione degli edifici alla logistica dei grandi eventi. Nel 2020, il Covid ha introdotto un fattore…

Articoli scientifici, Genitori&Figli

I videogiochi fanno davvero male ai bambini e ai giovani ragazzi?

Un nuovo studio sull’Internet Gaming Disorder (IGD), ha fatto emergere “nessuna associazione tra i sintomi dell’IGD e la psicopatologia”. L’unico legame che hanno riscontrato è stato che i ragazzi di 10-12 anni che presentavano alcuni sintomi avevano di fatto meno ansia, piuttosto che averne di più, a distanza di qualche anno. Alcuni recenti studi hanno scoperto che i giovani che manifestano sintomi di Internet Gaming Disorder mostrano anche un maggior numero di sintomi di patologie…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Cautamente ottimista: studio scopre che il troppo ottimismo diminuisce la felicità

Un nuovo studio condotto da dei ricercatori britannici ha scoperto che essere cautamente ottimisti genera il maggior senso di benessere. Il loro studio ha esaminato le conseguenze a lungo termine di queste disposizioni: ottimisti irrealistici, pessimisti irrealistici o realisti? Gli ottimisti sono più felici? La ricerca precedente aveva scoperto che pensare in un futuro luminoso era effettivamente correlato a dei risultati positivi. L’idea di base è che l’ottimismo rende le persone più capaci di gestire…

Articoli scientifici, Salute mentale e benessere

Un quarantenne su cinque ha problemi di salute mentale

Le persone nate tra il 1946 e il 1970 hanno fino al 20% in più di probabilità di manifestare un disagio psicologico, compresi i sintomi di ansia e depressione verso i 40 e i 50 anni, come riferisce un nuovo studio. Tale studio, pubblicato su Psychological Medicine, rivela che il 20% dei nati nel 1970 – parte della Generazione X – il 19% dei Baby Boomers nati nel 1946, e il 15% dei Baby Boomers…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

La Ibogaina psichedelica potrebbe curare dipendenza e depressione

Una versione non allucinogena dell’ibogaina, un farmaco psichedelico non allucinogeno, con il potenziale per il trattamento della dipendenza, della depressione e di altri disturbi psichiatrici, è stata sviluppata da ricercatori dell’Università della California, Davis. Un articolo che descrive il lavoro è stato pubblicato su Nature. “Gli psichedelici sono alcune delle droghe più potenti tra quelle che conosciamo che agiscono sul cervello”, ha detto David Olson, assistente professore di chimica all’Università della California, Davis e autore…

Articoli scientifici, Genitori&Figli, Salute mentale e benessere

Gli adolescenti depressi o ansiosi rischiano di avere attacchi cardiaci nella mezza età

La depressione o l’ansia nell’adolescenza è legata a una maggiore probabilità di avere un attacco di cuore a in età adulta, secondo una ricerca pubblicata al Congresso ESC 2020. In un avvertimento ai genitori, l’autrice dello studio, la Dott.ssa Cecilia Bergh dell’Università di Örebro in Svezia, ha detto: “Siate vigili e cercate segni di stress, depressione o ansia che vanno oltre la normale angoscia adolescenziale: cercate aiuto se sembra esserci un problema persistente. Se uno…

Articoli scientifici, Salute mentale e benessere

Ascolta il tuo intestino: averne cura porta benefici al cervello

La serotonina si è guadagnata anche al di fuori della comunità scientifica una reputazione diffusa come il neurotrasmettitore responsabile del controllo della felicità, del benessere e dell’umore, anche se il funzionamento effettivo della serotonina comporta processi molto più complessi. Se alla maggior parte delle persone venisse chiesto di identificare dove risiede il 90% della serotonina nel loro corpo, risponderebbe “nel cervello”. Ma, sorprendentemente, non è così! I ricercatori stimano che più del 90% della serotonina…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

FOMO: effetti maggiori su chi è dipendente da Instagram

Un nuovo studio pubblicato su Psychological Reports suggerisce che la personalità influenza il modo in cui le persone usano i social media. Le scoperte emerse hanno mostrato che tanto le personalità estroverse quanto quelle che hanno paura di essere tagliate fuori (FOMO, acronimo di “fear of missing out”) mostrano comportamenti di dipendenza specifici sulla piattaforma Instagram. “Nel nostro studio, le persone con FOMO più elevato hanno riportato un atteggiamento più favorevole nei confronti di Instagram:…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Come i traumi vissuti lasciano una traccia nei nostri occhi

La risposta pupillare nei soggetti con PTSD differisce dalle persone che non hanno avuto eventi traumatici. I pazienti con PTSD non solo hanno mostrato una risposta esagerata a stimoli minacciosi, ma anche agli stimoli che hanno rappresentato immagini positive. Una nuova ricerca condotta da accademici gallesi mostra che le reazioni pupillari di un paziente possono rivelare se in passato ha subito un’esperienza traumatica. Il disturbo da stress post-traumatico può verificarsi quando una persona ha vissuto…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Chi mangia carne tende ad avere una migliore salute psicologica

Le persone che evitano il consumo di carne tendono ad avere una salute psicologica peggiore di quelle che mangiano carne, secondo una nuova ricerca pubblicata su Critical Review in Food Science and Nutrition. Lo studio, che non ha tratto alcuna conclusione sulla causalità, ha scoperto che i vegetariani e i vegani erano a maggior rischio di depressione, ansia e autolesionismo. “Le scelte dietetiche sono state un potente indicatore della classe sociale e della successiva selezione…