Generic selectors
Esatta corrispondenza
Cerca nei titoli
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine

Articoli recenti di psicologia scientifica

ansia

Articoli scientifici, Genitori&Figli

L’ansia da matematica nei bambini sarebbe correlata all’attaccamento insicuro

Uno studio, pubblicato sulla rivista scientifica Frontiers in Psychology, suggerisce un legame tra le relazioni di attaccamento genitore-figlio e lo sviluppo dell’ansia da matematica (matofobia) nei bambini. Lo studio ha scoperto che i bambini con attaccamento insicuro hanno un aumento dell’ansia da matematica.   Matofobia: cos’è l’ansia da matematica Secondo gli psicologi la matofobia, nota come ansia da matematica, si riferisce all’esperienza di ansia o tensione riconducibile a compiti che richiedono una soluzione matematica. Questa…

Articoli scientifici, Curiosità

Uno studio sui gemelli rileva che la sensibilità è, in parte, una questione genetica

Alcune persone sono più sensibili di altre e circa la metà di queste differenze può essere attribuita ai nostri geni, secondo una ricerca recentemente condotta, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Molecular Psychiatry. Lo studio, eseguito presso la Queen Mary University di Londra, ha confrontato coppie di gemelli diciassettenni identici e non identici (monozigoti e dizigoti) per vedere quanto il loro livello di sensibilità fosse influenzato da esperienze positive o negative. Lo…

Articoli scientifici, Genitori&Figli, Salute mentale e benessere

La dipendenza dai videogiochi è reale?

Per la maggior parte degli adolescenti, giocare ai videogiochi è una forma di intrattenimento divertente e che spesso include una componente sociale. Se è innegabile che si tratti di un passatempo divertente, occorre considerare che c’è una crescente preoccupazione sul fatto che passare troppo tempo sui videogiochi possa essere legato a risultati di sviluppo negativi e che, in certi casi, possa far sviluppare una dipendenza. Un recente studio della durata di sei anni, lo studio…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Quali disturbi del pensiero sta generando in molti il COVID-19?

Una nuova ricerca propone un nuovo strumento per individuare esattamente quando il pensare al coronavirus (covid-19) diventa disfunzionale e assume i connotati di uno dei più noti disturbi del pensiero, ovvero il disturbo ossessivo. Lo studio è stato pubblicato in Brain, Behaviour and Immunity. Con l’emergere del coronavirus si è assistito ad un’esplosione di informazioni polarizzate in tutti i media. La natura incerta e in evoluzione della pandemia porta alla produzione di costanti aggiornamenti e…

Articoli scientifici, Genitori&Figli, Salute mentale e benessere

Psicofarmaci e gravidanza: rischio di deficit cognitivi e linguistici per i bambini

I bambini in utero, se esposti ad antidepressivi SSRI assunti dalla madre, hanno un rischio maggiore di sperimentare deficit linguistici e cognitivi già nella scuola materna. I bambini di madri depresse che assumono psicofarmaci antidepressivi serotoninergici durante la gravidanza hanno un aumentato rischio di deficit linguistici e cognitivi, rispetto ai bambini di madri depresse che non ne assumono, secondo i risultati di un nuovo studio dell’Università di Manitoba pubblicato in Pediatrics, la rivista ufficiale dell’American…

Articoli scientifici, Salute mentale e benessere

Seguire troppo i social, durante la pandemia di coronavirus, aumenta l’ansia

L’esposizione alle informazioni sul coronavirus (COVID-19) attraverso i social media è associata ad un aumento dei sintomi di ansia, secondo un recente studio. Il rapporto è stato pubblicato sulla testata scientifica PLOS One. La rapida diffusione del nuovo virus COVID-19 in tutta la Cina e la sua rapida trasmissione in molti altri paesi è stata senza precedenti e straordinaria. Numerosi studi hanno riportato che le implicazioni della pandemia sulla salute mentale sono reali e talvolta…

Articoli scientifici, Curiosità, Salute mentale e benessere

Come l’umorismo protegge dai sintomi di ansia e depressione

L’umorismo è associato a un maggiore ottimismo e a minore ansia e minore depressione, secondo uno studio pubblicato sull’International Journal of Clinical and Health Psychology. Ricerche precedenti già dimostrano che l’umorismo svolge un importante ruolo nel mediare l’ansia e la depressione, oltre a favorire una attitudine ottimistica. Questo nuovo studio voleva esplorare ulteriormente questa dinamica usando un modello matematico, con la speranza di capire meglio se l’umorismo protegga o meno da alcuni problemi di salute…

Articoli scientifici, Salute mentale e benessere

UK: picco di ansia e depressione a seguito del lockdown per il COVID-19

Nel Regno Unito c’è stato un picco nel numero di persone che hanno riportato livelli significativi di depressione e ansia immediatamente dopo il blocco totale annunciato dal primo ministro britannico, secondo quanto rilevato da uno studio. Martedì 24 marzo, il 38 percento dei partecipanti a tale studio ha riportato livelli significativi di depressione e il 36 percento ha riferito livelli significativi di ansia. Il giorno prima dell’annuncio, le percentuali erano del 16 percento per la…

Articoli scientifici, Curiosità

Chi è timido subisce un aumento dell’ansia il giorno dopo aver bevuto alcolici

Le persone timide hanno maggiori probabilità di provare ansia durante i postumi di una sbornia da alcol, secondo un recente studio (Personality and Individual Differences, dettagli in coda). A sua volta, lo sperimentare “ansia” sarebbe legato ad un aumentato rischio di alcolismo negli individui molto timidi. Il disturbo d’ansia sociale è un noto fattore di rischio per lo sviluppo dell’alcolismo perché il consumo di alcol viene utilizzato come meccanismo di coping da parte di soggetti…

Articoli scientifici, Salute mentale e benessere

Una singola dose di THC può indurre sintomi psichiatrici

I ricercatori del King’s College di Londra hanno studiato, su volontari sani, l’impatto dell’uso a breve termine di due importanti componenti psicoattivi nella cannabis: il delta-9-tetraidrocannabinolo (THC) ed il cannabidiolo (CBD). Analizzando i risultati di 15 studi che hanno coinvolto un totale di 331 partecipanti, la ricerca ha dimostrato che una singola dose di THC può indurre sintomi psichiatrici in persone senza precedente storia di disturbi psichiatrici. Pubblicata in Lancet Psychiatry, la ricerca ha considerato…