Un aspetto chiave della terapia cognitivo-comportamentale è quello di sfidare le “distorsioni cognitive“, modelli di pensiero imprecisi che spesso colpiscono le persone con depressione. Tali distorsioni potrebbero includere: il saltare alle subito conclusioni, la tendenza alla valutazione catastrofica, il pensiero in bianco e nero, l’auto-colpevolizzazione. Tutte modalità che possono causare una sincera angoscia a coloro che le sperimentano. Ma come possiamo tracciare la distorsione cognitiva in quelli con la depressione al di fuori del self-reporting?…