L’ateismo sarebbe associato alla restrizione abituale delle proprie manifestazioni emotive, secondo una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Psychology of Religion and Spirituality. Le scoperte hanno implicazioni sui pregiudizi anti-atei ed inoltre spiegherebbero il motivo per cui alcuni sono attratti da una visione del mondo ateistica. “Essere credenti o non credenti sono spesso considerate il fondamento delle visioni del mondo delle persone, e la rabbia, la pietà e le emozioni connesse sono spesso dirette verso coloro…